Trofeo dell'Amicizia 2009, ecco com'è andata

Anche quest'anno, ce l'abbiamo fatta. La seconda edizione della gara militare di orientamento "Trofeo dell'Amicizia" tra l'UNUCI Piemonte e Valle d'Aosta e la Scuola di Applicazione e Istituto di Studi Militari dell'Esercito, che si è svolta sabato 16 maggio, anche se non ci ha arriso nei risultati sportivi, è stata impegnativa ed entusiasmante.

Nata l'anno scorso, la gara mette in competizione tre squadre da 7 elementi, due della Scuola di Applicazione e una della Circoscrizione UNUCI Piemonte e Valle d'Aosta. Gli atleti gareggiano individualmente e i punteggi vanno a comporre il risultato della squadra. Anche questa edizione ha avuto luogo nel bellissimo scenario alpino della Valle Ripa, a pochi km da Cesana Torinese, con partenza e arrivo dalla Base Logistico-addestrativa di Bousson.

A differenza del 2008, quest'anno abbiamo anche organizzato e gestito l'attività di ben 43 squadre non competitive, oltre 120 giovani Ufficiali del prestigioso istituto di formazione, su un percorso addestrativo dedicato ed indipendente da quello di gara. Un impegno non da poco, che per dimensioni si può considerare fra i maggiori eventi dell'UNUCI nel Nord Italia, sicuramente un'occasione unica di confronto con i colleghi in servizio.

150 partecipanti, due percorsi, due strutture parallele di organizzazione e controllo dei passaggi che, anche grazie al contributo dei colleghi della Protezione Civile dell'ANC Torino ed al supporto della Scuola di Applicazione hanno operato senza sbavature dalle 08.00 (partenza della prima squadra non competitiva) alle 13.00 con l'arrivo dell'ultimo concorrente. La gara, come si è detto, quest'anno è stata dominata dalle due squadre della Scuola di Applicazione, nell'ordine 188° e 187° corso.

Brillante eccezione, nella classifica individuale, il secondo posto del nostro Cap. Enrico Ripamonti, un Ufficiale che, sia nel tiro sia nell'orientamento, riesce sempre ad esprimersi ai massimi livelli. Gli avversari erano davvero molto motivati, ma ad onore dei nostri atleti va detto che nessuno si è risparmiato: quest'anno è andata così, speriamo di rifarci l'anno prossimo.

Non è un obbligo ma un piacere ringraziare tutti, staff e atleti dell'UNUCI ed i volontari dell'ANC, che hanno contribuito a dare vita ad un evento unico, per realizzare compiutamente l'articolo 2 del nostro Statuto, nella più completa e quasi automatica integrazione tra personale in servizio e in congedo. Un ringraziamento non di circostanza soprattutto alla Scuola di Applicazione che ha collaborato, supportato e partecipato con entusiasmo all'iniziativa.

Per preparare l'edizione 2010 c'è tempo, ora godiamoci la soddisfazione per un lavoro ben fatto. Presto pubblicheremo le foto dei momenti più significativi della giornata.
Domani sera in sede avremo modo di parlare di tutto questo e molto altro.

Vi aspettiamo.

Commenti