UNUCI TORINO : Vivi Le Forze Armate



Il blog raduna le attività della Sezione di Torino, rappresenta la Presidenza Nazionale in quanto realtà periferica, manleva la stessa da eventuali usi impropri.

La Sezione segue i dettami del suo Statuto Nazionale:

La vigilanza sull’UNUCI è esercitata dal Ministero della Difesa.

Art. 2 Finalità dell’Associazione
1. L’UNUCI ha lo scopo di concorrere alla formazione morale e professionale degli Ufficiali di ogni ruolo e grado delle categorie in congedo nonché, alle connesse attività divulgative e informative, per il loro impiego nell’ambito delle Forze di completamento e delle Unità militari attive.
2. Per il raggiungimento dei suoi scopi l’UNUCI svolge i seguenti compiti:
a. tutela il prestigio degli Ufficiali in congedo, mantiene alto il morale e vivo l’attaccamento alle Forze armate e ai Corpi di appartenenza;
b. rende sempre più saldi i vincoli fra gli Ufficiali in congedo e quelli in servizio di tutte le Forze Armate e dei Corpi armati dello Stato;
c. collabora con le competenti Autorità militari, anche su base convenzionale, all’addestramento e alla preparazione fisica e sportiva del personale militare in congedo, che aderisce al reimpiego in servizio nelle Forze di completamento;
d. mantiene rapporti con organizzazioni internazionali fra Ufficiali in congedo per lo svolgimento di programmi addestrativi per il pronto inserimento dei riservisti nelle formazioni militari e opera in vari contesti internazionali anche con finalità culturali e promozionali;
e. promuove i valori di difesa e sicurezza della Patria, la fedeltà alle istituzioni democratiche, rafforzando i vincoli di solidarietà tra il mondo militare e la società civile;
f. sensibilizza l’opinione pubblica sulle questioni della difesa e della sicurezza nazionale, sul ruolo e l’importanza dei riservisti, sulla cultura della sostenibilità ambientale e sociale;
g. fornisce il proprio apporto negli interventi di difesa e protezione civile;
h. promuove l’elevazione e la qualificazione culturale e professionale, nonché la formazione continua superiore degli iscritti in Patria e all’estero, attraverso la partecipazione a corsi di studio, di aggiornamento e addestramento e con attività fisica e sportiva;
i. realizza, nell’ambito delle proprie disponibilità, assistenza morale e materiale nei confronti degli iscritti;
j. rappresenta ai competenti organi gli interessi degli iscritti;
k. concorre a richieste di collaborazione in materia di rappresentanza militare degli Ufficiali delle categorie in congedo nel quadro della vigente normativa.

3.6.09

2 Giugno, gemellaggio ecc.

La cerimonia di ieri, 2 Giugno, in Piazza Castello, è stata il culmine della visita a Torino dei nostri colleghi di AOR Grenoble. Il Maggiore De Tullio e il Cap. Mazard-Mercier hanno ricambiato la nostra visita di Aprile, durante la quale ci eravamo conosciuti ed avevamo posto le prime basi per il futuro gemellaggio tra le nostre due Sezioni.

Lunedì 1 Giugno, la delegazione francese aveva visitato la Scuola di Applicazione ed il Comando Regione Militare Nord, per poi proseguire la giornata con un giro guidato nel centro cittadino. In serata, una cena di Calotta (con tanto di nuovi incalottamenti) aveva concluso degnamente la giornata.

L'indomani, i nostri ospiti hanno assistito alla cerimonia dal palco delle autorità e, al termine, ci siamo spostati al Circolo Ufficiali dell'Esercito per un pranzo di coesione.

Senza esagerare, possiamo dire che tutto è andato nel migliore dei modi. Anzitutto per il supporto degli Enti militari che sono stati disponibili con noi ed i nostri ospiti, ma anche per l'impegno che molti nostri Ufficiali hanno messo per accogliere ed accompagnare in giro per Torino i nostri colleghi francesi. E, aggiungiamo noi, per fargli respirare l'aria della nostra Sezione, farli sentire parte della famiglia, che poi dovrebbe essere l'essenza di un gemellaggio.

Quindi grazie a tutti, inclusi i componenti del picchetto bandiera, per la disponibilità e la dedizione davvero encomiabile.

La prossima tappa sarà di nuovo Grenoble, per la visita di una delegazione ed il gemellaggio vero e proprio, da replicarsi poi a Torino. Nelle prossime settimane valuteremo insieme date e modalità.

La prossima settimana

Martedì prossimo ci ritroveremo alla solita ora per discutere delle attività addestrative in programma. Vi aspettiamo.

Nessun commento: