UNUCI TORINO : Vivi Le Forze Armate



Il blog raduna le attività della Sezione di Torino, rappresenta la Presidenza Nazionale in quanto realtà periferica, manleva la stessa da eventuali usi impropri.

La Sezione segue i dettami del suo Statuto Nazionale:

La vigilanza sull’UNUCI è esercitata dal Ministero della Difesa.

Art. 2 Finalità dell’Associazione
1. L’UNUCI ha lo scopo di concorrere alla formazione morale e professionale degli Ufficiali di ogni ruolo e grado delle categorie in congedo nonché, alle connesse attività divulgative e informative, per il loro impiego nell’ambito delle Forze di completamento e delle Unità militari attive.
2. Per il raggiungimento dei suoi scopi l’UNUCI svolge i seguenti compiti:
a. tutela il prestigio degli Ufficiali in congedo, mantiene alto il morale e vivo l’attaccamento alle Forze armate e ai Corpi di appartenenza;
b. rende sempre più saldi i vincoli fra gli Ufficiali in congedo e quelli in servizio di tutte le Forze Armate e dei Corpi armati dello Stato;
c. collabora con le competenti Autorità militari, anche su base convenzionale, all’addestramento e alla preparazione fisica e sportiva del personale militare in congedo, che aderisce al reimpiego in servizio nelle Forze di completamento;
d. mantiene rapporti con organizzazioni internazionali fra Ufficiali in congedo per lo svolgimento di programmi addestrativi per il pronto inserimento dei riservisti nelle formazioni militari e opera in vari contesti internazionali anche con finalità culturali e promozionali;
e. promuove i valori di difesa e sicurezza della Patria, la fedeltà alle istituzioni democratiche, rafforzando i vincoli di solidarietà tra il mondo militare e la società civile;
f. sensibilizza l’opinione pubblica sulle questioni della difesa e della sicurezza nazionale, sul ruolo e l’importanza dei riservisti, sulla cultura della sostenibilità ambientale e sociale;
g. fornisce il proprio apporto negli interventi di difesa e protezione civile;
h. promuove l’elevazione e la qualificazione culturale e professionale, nonché la formazione continua superiore degli iscritti in Patria e all’estero, attraverso la partecipazione a corsi di studio, di aggiornamento e addestramento e con attività fisica e sportiva;
i. realizza, nell’ambito delle proprie disponibilità, assistenza morale e materiale nei confronti degli iscritti;
j. rappresenta ai competenti organi gli interessi degli iscritti;
k. concorre a richieste di collaborazione in materia di rappresentanza militare degli Ufficiali delle categorie in congedo nel quadro della vigente normativa.

17.7.12

Assietta 2012: SMOM e UNUCI di nuovo insieme

Colle dell'Assietta 2012,
una immagine del campo
Faceva piuttosto freddo domenica 15 Luglio, al Colle dell'Assietta, quando abbiamo aperto la tenda per cominciare il servizio alla manifestazione che rievoca la battaglia del 1747 tra piemontesi e francesi.

Avevamo montato il campo sotto il sole feroce dei 2500 metri di quota il giorno prima, superando qualche piccola difficoltà, ma in fondo contenti di esserci e di poter di nuovo lavorare insieme ai colleghi del 1° Reparto EI-SMOM, con i quali abbiamo operato nei mesi passati nel corso della "Emergenza Freddo" per le strade di Torino.

L'attività era cominciata quasi subito dopo cena, in occasione della processione che si svolge sempre dalla casa cantoniera al Colle (ora ribattezzata casa Assietta) fino alla Testa dell'Assietta, dove si trova il cippo commemorativo. Insieme agli amici dell'associazione organizzatrice, che ci avevano invitato a partecipare alla manifestazione, e ai colleghi del 1° Reparto abbiamo seguito l'attività che si è svolta quando ormai era buio e poi abbiamo svolto il doveroso servizio di guardia al campo.

Infine, la domenica, di nuovo con il sole ed il vento, abbiamo operato dalla prima mattina fino a che non si è conclusa la rievocazione, con una breve pausa per il pranzo, prima di smontare il campo e tornare a casa.

grazie dunque agli amici e colleghi del 1° Reparto SMOM e all'ASSOCIASSION FESTA DËL PIEMONT AL CÒL ËD L'ASSIETA che ci hanno permesso di vivere questo evento da protagonisti e non per modo di dire, nonchè ai nostri soci che hanno partecipato e lavorato senza risparmiarsi in queste due giornate.


Arrivederci al 2013.

Nessun commento: