UNUCI TORINO : Vivi Le Forze Armate



Il blog raduna le attività della Sezione di Torino, rappresenta la Presidenza Nazionale in quanto realtà periferica, manleva la stessa da eventuali usi impropri.

La Sezione segue i dettami del suo Statuto Nazionale:

La vigilanza sull’UNUCI è esercitata dal Ministero della Difesa.

Art. 2 Finalità dell’Associazione
1. L’UNUCI ha lo scopo di concorrere alla formazione morale e professionale degli Ufficiali di ogni ruolo e grado delle categorie in congedo nonché, alle connesse attività divulgative e informative, per il loro impiego nell’ambito delle Forze di completamento e delle Unità militari attive.
2. Per il raggiungimento dei suoi scopi l’UNUCI svolge i seguenti compiti:
a. tutela il prestigio degli Ufficiali in congedo, mantiene alto il morale e vivo l’attaccamento alle Forze armate e ai Corpi di appartenenza;
b. rende sempre più saldi i vincoli fra gli Ufficiali in congedo e quelli in servizio di tutte le Forze Armate e dei Corpi armati dello Stato;
c. collabora con le competenti Autorità militari, anche su base convenzionale, all’addestramento e alla preparazione fisica e sportiva del personale militare in congedo, che aderisce al reimpiego in servizio nelle Forze di completamento;
d. mantiene rapporti con organizzazioni internazionali fra Ufficiali in congedo per lo svolgimento di programmi addestrativi per il pronto inserimento dei riservisti nelle formazioni militari e opera in vari contesti internazionali anche con finalità culturali e promozionali;
e. promuove i valori di difesa e sicurezza della Patria, la fedeltà alle istituzioni democratiche, rafforzando i vincoli di solidarietà tra il mondo militare e la società civile;
f. sensibilizza l’opinione pubblica sulle questioni della difesa e della sicurezza nazionale, sul ruolo e l’importanza dei riservisti, sulla cultura della sostenibilità ambientale e sociale;
g. fornisce il proprio apporto negli interventi di difesa e protezione civile;
h. promuove l’elevazione e la qualificazione culturale e professionale, nonché la formazione continua superiore degli iscritti in Patria e all’estero, attraverso la partecipazione a corsi di studio, di aggiornamento e addestramento e con attività fisica e sportiva;
i. realizza, nell’ambito delle proprie disponibilità, assistenza morale e materiale nei confronti degli iscritti;
j. rappresenta ai competenti organi gli interessi degli iscritti;
k. concorre a richieste di collaborazione in materia di rappresentanza militare degli Ufficiali delle categorie in congedo nel quadro della vigente normativa.

16.1.14

Campionati Sciistici delle Truppe Alpine 2014


Immagine (c) Esercito Italiano
Dal 27 al 31 gennaio 2014 le Truppe Alpine convergeranno sulle montagne olimpiche a sfidarsi nei 66mi CASTA.

Sul sito ad essi dedicato dal Comando Truppe Alpine dell'Esercito Italiano trovate le informazioni utili per assistere ed il programma della manifestazione.

 Noi della Sezione di Torino sicuramente saremo presenti e già martedì prossimo parleremo della cosa in sede. Gli eventi sono molto interessanti e invitiamo chi di voi sia intenzionato a partecipare (come atleta, rappresentanza o come spettatore) a farcelo sapere in modo da coordinare la nostra presenza.

E' una occasione imperdibile sia per chi ha fatto parte degli Alpini durante il servizio sia per chi voglia anche solo vedere i colleghi delle molte Nazioni partecipanti sfidare i nostri su un terreno che ha visto svolgersi innumerevoli gare internazionali di primo livello e per manifestare loro la nostra stima e vicinanza.

E, perchè no, fare anche un po' di tifo, che non guasta.

Aggiornamento 17 gennaio:

Per chi abita a Torino (soprattutto, ma non solo) segnaliamo la mostra fotografica "Agonismo in Quota",

allestita presso il Museo Nazionale della Montagna al Monte dei Cappuccini. L'esposizione è stata aperta al pubblico il 9 gennaio e andrà avanti fino al prossimo 3 febbraio.

L'allestimento comprende materiali e foto delle Truppe Alpine e sul sito del Museo potete trovare tutte le informazioni per organizzare la vostra visita.

A lato è raffigurata la locandina della mostra, (c) Museo Nazionale della Montagna.

Nessun commento: