UNUCI TORINO : Vivi Le Forze Armate



Il blog raduna le attività della Sezione di Torino, rappresenta la Presidenza Nazionale in quanto realtà periferica, manleva la stessa da eventuali usi impropri.

La Sezione segue i dettami del suo Statuto Nazionale:

La vigilanza sull’UNUCI è esercitata dal Ministero della Difesa.

Art. 2 Finalità dell’Associazione
1. L’UNUCI ha lo scopo di concorrere alla formazione morale e professionale degli Ufficiali di ogni ruolo e grado delle categorie in congedo nonché, alle connesse attività divulgative e informative, per il loro impiego nell’ambito delle Forze di completamento e delle Unità militari attive.
2. Per il raggiungimento dei suoi scopi l’UNUCI svolge i seguenti compiti:
a. tutela il prestigio degli Ufficiali in congedo, mantiene alto il morale e vivo l’attaccamento alle Forze armate e ai Corpi di appartenenza;
b. rende sempre più saldi i vincoli fra gli Ufficiali in congedo e quelli in servizio di tutte le Forze Armate e dei Corpi armati dello Stato;
c. collabora con le competenti Autorità militari, anche su base convenzionale, all’addestramento e alla preparazione fisica e sportiva del personale militare in congedo, che aderisce al reimpiego in servizio nelle Forze di completamento;
d. mantiene rapporti con organizzazioni internazionali fra Ufficiali in congedo per lo svolgimento di programmi addestrativi per il pronto inserimento dei riservisti nelle formazioni militari e opera in vari contesti internazionali anche con finalità culturali e promozionali;
e. promuove i valori di difesa e sicurezza della Patria, la fedeltà alle istituzioni democratiche, rafforzando i vincoli di solidarietà tra il mondo militare e la società civile;
f. sensibilizza l’opinione pubblica sulle questioni della difesa e della sicurezza nazionale, sul ruolo e l’importanza dei riservisti, sulla cultura della sostenibilità ambientale e sociale;
g. fornisce il proprio apporto negli interventi di difesa e protezione civile;
h. promuove l’elevazione e la qualificazione culturale e professionale, nonché la formazione continua superiore degli iscritti in Patria e all’estero, attraverso la partecipazione a corsi di studio, di aggiornamento e addestramento e con attività fisica e sportiva;
i. realizza, nell’ambito delle proprie disponibilità, assistenza morale e materiale nei confronti degli iscritti;
j. rappresenta ai competenti organi gli interessi degli iscritti;
k. concorre a richieste di collaborazione in materia di rappresentanza militare degli Ufficiali delle categorie in congedo nel quadro della vigente normativa.

3.6.14

Un lungo weekend UNUCI

Dopo l'alzabandiera (c) UNUCI Torino
Il 2 giugno è tradizionalmente una ricorrenza nella quale la nostra Sezione è molto impegnata, ma quest'anno possiamo dire di avere esagerato: pochi giorni prima abbiamo partecipato alle gare del Trofeo Sportivo Scuola di Applicazione e, dopo esserci ripresi dalle fatiche durante la domenica, ieri mattina siamo tornati a Verrua Savoia, per ripetere la bella esperienza dello scorso anno.

Ma cominciamo dalle gare: per noi la partecipazione al Trofeo Sportivo Scuola di Applicazione era una prima volta e l'esito si può riassumere con la frase "mancò la fortuna, non il valore", soprattutto per quanto riguarda le gare di tiro. Eravamo in 18, distribuiti fra il Triathlon, la corsa campestre e la 15 km di Mountain bike, il tutto all'interno del complesso militare sportivo di Piazza d'Armi. Le gare di tiro si sono invece svolte presso il TSN di via Reiss Romoli sia il venerdì che per le finali del sabato mattina.

Il triathlon ci ha visti purtroppo ultimi, ma era la prima volta per tutti noi. Nella corsa campestre i colleghi Ten. Iacopino e il Cap. Ripamonti si sono piazzati rispettivamente al 27° e 36° posto. Nella 15 km di MTB invece il nostro miglior piazzamento è stato del Ten. Devalle, con il 26° posto.

I nostri tiratori (c) UNUCI Torino
Un mix di sfortuna (speriamo) irripetibile e livello molto alto degli avversari ha invece segnato la finale ad eliminazione diretta del tiro, al sabato. Prima il Ten. Cardini ha colpito più volte una sagoma senza abbatterla, mentre poi un altro nostro Ufficiale, il Ten Cusolito, ha dovuto soccombere al lancio della monetina, essendo giunto in parità con l'avversario al termine della prova.

In sintesi, c'è stato in tutte le discipline un alto livello dei concorrenti in gara e, come si dice, tutto fa esperienza. Sicuramente ce l'abbiamo messa tutta ed è stata una manifestazione molto bella e, per tutti, molto stimolante.

Per quanto riguarda il 2 giugno, oltre alla consueta cerimonia in piazza Castello a Torino, siamo stati anche a Verrua Savoia, dove grazie al Comune e al locale Gruppo ANA è sempre bello tornare per vivere la Festa della Repubblica in un contesto più raccolto del capoluogo e che ci fa piacere sia stato possibile vivere insieme alle nostre famiglie. La Rocca restaurata e aperta al pubblico è stata un elemento di ulteriore interesse ed una visita che consigliamo sicuramente. Ormai Verrua Savoia è uno dei luoghi dove ci troviamo meglio per fare le nostre attività e ci torneremo senza dubbio in futuro.

Comunque siano andate le gare, grazie a tutti coloro che si sono messi in gioco: solo così la Sezione può continuare a esistere.

Foto, come sempre sulla nostra pagina di Google+. Stasera, la consueta riunione delle 19.30 in sede.


Nessun commento: