UNUCI TORINO : Vivi Le Forze Armate



Il blog raduna le attività della Sezione di Torino, rappresenta la Presidenza Nazionale in quanto realtà periferica, manleva la stessa da eventuali usi impropri.

La Sezione segue i dettami del suo Statuto Nazionale:

La vigilanza sull’UNUCI è esercitata dal Ministero della Difesa.

Art. 2 Finalità dell’Associazione
1. L’UNUCI ha lo scopo di concorrere alla formazione morale e professionale degli Ufficiali di ogni ruolo e grado delle categorie in congedo nonché, alle connesse attività divulgative e informative, per il loro impiego nell’ambito delle Forze di completamento e delle Unità militari attive.
2. Per il raggiungimento dei suoi scopi l’UNUCI svolge i seguenti compiti:
a. tutela il prestigio degli Ufficiali in congedo, mantiene alto il morale e vivo l’attaccamento alle Forze armate e ai Corpi di appartenenza;
b. rende sempre più saldi i vincoli fra gli Ufficiali in congedo e quelli in servizio di tutte le Forze Armate e dei Corpi armati dello Stato;
c. collabora con le competenti Autorità militari, anche su base convenzionale, all’addestramento e alla preparazione fisica e sportiva del personale militare in congedo, che aderisce al reimpiego in servizio nelle Forze di completamento;
d. mantiene rapporti con organizzazioni internazionali fra Ufficiali in congedo per lo svolgimento di programmi addestrativi per il pronto inserimento dei riservisti nelle formazioni militari e opera in vari contesti internazionali anche con finalità culturali e promozionali;
e. promuove i valori di difesa e sicurezza della Patria, la fedeltà alle istituzioni democratiche, rafforzando i vincoli di solidarietà tra il mondo militare e la società civile;
f. sensibilizza l’opinione pubblica sulle questioni della difesa e della sicurezza nazionale, sul ruolo e l’importanza dei riservisti, sulla cultura della sostenibilità ambientale e sociale;
g. fornisce il proprio apporto negli interventi di difesa e protezione civile;
h. promuove l’elevazione e la qualificazione culturale e professionale, nonché la formazione continua superiore degli iscritti in Patria e all’estero, attraverso la partecipazione a corsi di studio, di aggiornamento e addestramento e con attività fisica e sportiva;
i. realizza, nell’ambito delle proprie disponibilità, assistenza morale e materiale nei confronti degli iscritti;
j. rappresenta ai competenti organi gli interessi degli iscritti;
k. concorre a richieste di collaborazione in materia di rappresentanza militare degli Ufficiali delle categorie in congedo nel quadro della vigente normativa.

19.11.07

Il briefing del lunedì

Per un simpatico scherzo del nostro fornitore di linea ADSL abbiamo temuto di dover cambiare l'ormai consueto titolo ne "il briefing del martedì". Risolto il problema, cominciamo.
Lo scorso fine settimana è stato, guarda caso, molto impegnativo per la nostra Sezione, che ci ha visti sabato a Ivrea, domenica a Mondovì e Montoso. Ma andiamo con ordine.

Ivrea: Prova finale per il nucleo di Protezione Civile dell'ANC.

Dopo due mesi di lezioni, prove pratiche di avvicinamento e preparazione, il gran giorno per i Carabinieri in congedo di Torino è arrivato: la prova finale del corso di topografia, comunicazioni, primo soccorso e ricerca. UNUCI Torino, con quattro ufficiali, ha tenuto lezioni nell'arco dei due mesi di corso e curato due delle tre prove pratiche finora svolte. Anche stavolta siamo coinvolti a pieno titolo.
In un'area di circa 6 km quadrati alla periferia sud di Ivrea, dove UNUCI Torino va spesso per esercitazioni, tre squadre da 10 persone si sono cimentate nella ricerca di 6 persone scomparse (simulate da cartelli). Dopo il briefing iniziale, le squadre hanno raggiunto le aree assegnate e si sono disposte per il rastrellamento a pettine.
Il collegamento era garantito da un ponte radio allestito per l'occasione. Quindi, muniti di appostita cartografia e in possesso di limitate informazioni sulla posizione dei dispersi, i partecipanti hanno rastrellato l'area, contattando via radio la base per comunicare a intervalli regolari posizione e direzione di movimento e, mano a mano, il ritrovamento.
Ogni volta che veniva trovato un disperso, la squadra contattava la base per comunicare le coordinate del ritrovamento, riferendo al medico dell'organizzazione le condizioni del soggetto e rispondendo allo stesso tempo a un questionario: ogni disperso era simulato da un cartello che riportava tutte queste informazioni e una domanda relativa alle modalità di soccorso per il caso specifico, con tre risposte alternative.
L'esercitazione è stata portata a termine, nella parte strettamente di ricerca, in circa 4 ore, con il ritrovamento di tutti i 6 soggetti dispersi.
UNUCI Torino ha fornito il supporto didattico per la parte topografica e , per l'esercizio in oggetto, ha ideato l'impianto dell'evento in collaborazione con i responsabili delle attività di ricerca e soccorso, gestendo anche le trasmissioni tra le squadre. Bisogna quindi ringraziare i colleghi del Nucleo di Torino per aver creduto in noi e per essere stati degli allievi attenti e molto motivati.
Seguirà a fine mese la consegna dei diplomi e, ci auguriamo, una serie di ulteriori attività con questo Nucleo.
La foto qui sopra è tratta da un'altra delle prove fatte con l'ANC. Appena avremo le foto di sabato scorso le metteremo nel nostro album online.

Montoso (Rucas Ski): domenica 18 novembre, l'esercitazione di tiro di UNUCI Cuneo ha proposto sessioni con M-16 e Steyr AUG, entrambi in 223 Rem. con sagome a 100 m.
Gli amici di Cuneo, sfruttando un poligono di tiro all'aperto sul lato della montagna, a circa 1600 metri di quota, hanno allestito un bell'evento, compresa una parte preliminare di formazione sulle armi utilizzate e la possibilità di effettuare anche più di un turno in linea di tiro. 5 partecipanti da Torino hanno approfittato dell'occasione e sono stati ricompensati da una giornata limpidissima e da armi che di rado si ha occasione di usare. Anche questa è una cosa da ripetere.

UNUCI Mondovì organizzava, sempre domenica 18, una gara di tiro dinamico a Sommariva Bosco, alla quale hanno partecipato i nostri colleghi più abituati a queste competizioni. Purtroppo la concomitanza con l'evento di Montoso ha obbligato molti a scegliere tra queste due gare.

Finito qui? Naturalmente... no!

Venerdì 23 Novembre, presso la caserma Montegrappa, ci sarà il saluto al 2° Rgt. Alpini in partenza per l'Afghanistan: dovremo presenziare con la bandiera e sono gradite adesioni.

Sabato 24 Novembre, Trofeo San Martino, classica di tiro in terra svizzera.

Non si vive di solo addestramento e la Calotta ce lo ricorda il 1 dicembre con l'ormai classico "Tiro del panettone", l'evento open invernale a cui sono invitati i calottini e gli altri soci, famiglie incluse. Si spara, si brinda e si taglia, ovviamente, il panettone, per farci gli auguri in compagnia. La competizione per l'ambita stella dello Sceriffo di Calotta è sempre più aperta: sarà il solito testa a testa fra i due noti contendenti o vedremo qualche nuovo candidato?

Le riunioni del martedì sera in sede (ore 19.00) continuano fino al 18 Dicembre. Parleremo di programmi per l'attività invernale, uscite collettive, Piazza d'Armi ecc. Vi aspettiamo.
Per info e adesioni, la nostra mail è lì apposta.

Nessun commento: