UNUCI TORINO : Vivi Le Forze Armate



Il blog raduna le attività della Sezione di Torino, rappresenta la Presidenza Nazionale in quanto realtà periferica, manleva la stessa da eventuali usi impropri.

La Sezione segue i dettami del suo Statuto Nazionale:

La vigilanza sull’UNUCI è esercitata dal Ministero della Difesa.

Art. 2 Finalità dell’Associazione
1. L’UNUCI ha lo scopo di concorrere alla formazione morale e professionale degli Ufficiali di ogni ruolo e grado delle categorie in congedo nonché, alle connesse attività divulgative e informative, per il loro impiego nell’ambito delle Forze di completamento e delle Unità militari attive.
2. Per il raggiungimento dei suoi scopi l’UNUCI svolge i seguenti compiti:
a. tutela il prestigio degli Ufficiali in congedo, mantiene alto il morale e vivo l’attaccamento alle Forze armate e ai Corpi di appartenenza;
b. rende sempre più saldi i vincoli fra gli Ufficiali in congedo e quelli in servizio di tutte le Forze Armate e dei Corpi armati dello Stato;
c. collabora con le competenti Autorità militari, anche su base convenzionale, all’addestramento e alla preparazione fisica e sportiva del personale militare in congedo, che aderisce al reimpiego in servizio nelle Forze di completamento;
d. mantiene rapporti con organizzazioni internazionali fra Ufficiali in congedo per lo svolgimento di programmi addestrativi per il pronto inserimento dei riservisti nelle formazioni militari e opera in vari contesti internazionali anche con finalità culturali e promozionali;
e. promuove i valori di difesa e sicurezza della Patria, la fedeltà alle istituzioni democratiche, rafforzando i vincoli di solidarietà tra il mondo militare e la società civile;
f. sensibilizza l’opinione pubblica sulle questioni della difesa e della sicurezza nazionale, sul ruolo e l’importanza dei riservisti, sulla cultura della sostenibilità ambientale e sociale;
g. fornisce il proprio apporto negli interventi di difesa e protezione civile;
h. promuove l’elevazione e la qualificazione culturale e professionale, nonché la formazione continua superiore degli iscritti in Patria e all’estero, attraverso la partecipazione a corsi di studio, di aggiornamento e addestramento e con attività fisica e sportiva;
i. realizza, nell’ambito delle proprie disponibilità, assistenza morale e materiale nei confronti degli iscritti;
j. rappresenta ai competenti organi gli interessi degli iscritti;
k. concorre a richieste di collaborazione in materia di rappresentanza militare degli Ufficiali delle categorie in congedo nel quadro della vigente normativa.

26.3.12

Brughiera 2012: ecco com'è andata

L'articolo uscito su "La provincia di Varese"
Scriviamo questo post ancora un po' indolenziti dai chilometri e dallo zaino, ma piuttosto soddisfatti. La nostra trasferta oltre Ticino è stata sicuramente faticosa ma, come era lecito aspettarsi, interessante e utile.

La Sezione aveva messo insieme ben due team da 7 elementi, unica Sezione UNUCI con due rappresentative. Dal 2011 la "Brughiera", organizzata da UNUCI Gallarate, è diventata una esercitazione: i team non sono quindi in competizione fra loro ma si trovano ad operare in scenari diversi, a volte a coppie di squadre, a volte singolarmente, fino allo scenario finale che vede tutte le squadre lavorare insieme per un obiettivo comune.


Gli scenari comprendevano la bonifica di una abitazione, il recupero di un VIP in una "città estera" in preda a tumulti, uno stand di tiro dinamico con ASG e una scorta convoglio. Lo scenario finale, nella notte di sabato, ha visto tutte le squadre impiegate in uno scenario urbano molto realistico, reso possibile dalla presenza di un intero quartiere praticamente disabitato nei pressi dell'aeroporto di Malpensa.

Oltre ai colleghi delle Sezioni lombarde, erano presenti UNUCI Lucca e la folta rappresentanza piemontese che, oltre alle nostre due pattuglie, comprendeva altri due team di ANPD'I Torino, confermando una vitalità dell'associazionismo militare subalpino che ha davvero pochi eguali in Italia.

La cerimonia conclusiva ci ha visti primeggiare nel tiro dinamico e, a livello personale, ci ha fatto piacere apprendere che il nostro Ten. Ponzio (EI-SMOM) era risultato miglior soccorritore nella prova conclusiva. È stato assegnato un premio ad ogni scenario e, anche se ci sarebbe piaciuto portare a casa ancora qualcosa, possiamo dirci soddisfatti.

Vogliamo quindi ringraziare i colleghi di UNUCI Gallarate, che fa sempre piacere rivedere, che confermano la voglia di andare avanti e anche l'umiltà di saper ripensare la formula della esercitazione di pattuglie militari, con inventiva e creatività. "Brughiera" è una delle più vecchie gare italiane e si può dire che non sente davvero il peso degli anni.

A questo link infine trovate un articolo ed una galleria fotografica del giornale "La Provincia di Varese" dedicato alla esercitazione.

Arrivederci al 2013.



Nessun commento: