UNUCI TORINO : Vivi Le Forze Armate



Il blog raduna le attività della Sezione di Torino, rappresenta la Presidenza Nazionale in quanto realtà periferica, manleva la stessa da eventuali usi impropri.

La Sezione segue i dettami del suo Statuto Nazionale:

La vigilanza sull’UNUCI è esercitata dal Ministero della Difesa.

Art. 2 Finalità dell’Associazione
1. L’UNUCI ha lo scopo di concorrere alla formazione morale e professionale degli Ufficiali di ogni ruolo e grado delle categorie in congedo nonché, alle connesse attività divulgative e informative, per il loro impiego nell’ambito delle Forze di completamento e delle Unità militari attive.
2. Per il raggiungimento dei suoi scopi l’UNUCI svolge i seguenti compiti:
a. tutela il prestigio degli Ufficiali in congedo, mantiene alto il morale e vivo l’attaccamento alle Forze armate e ai Corpi di appartenenza;
b. rende sempre più saldi i vincoli fra gli Ufficiali in congedo e quelli in servizio di tutte le Forze Armate e dei Corpi armati dello Stato;
c. collabora con le competenti Autorità militari, anche su base convenzionale, all’addestramento e alla preparazione fisica e sportiva del personale militare in congedo, che aderisce al reimpiego in servizio nelle Forze di completamento;
d. mantiene rapporti con organizzazioni internazionali fra Ufficiali in congedo per lo svolgimento di programmi addestrativi per il pronto inserimento dei riservisti nelle formazioni militari e opera in vari contesti internazionali anche con finalità culturali e promozionali;
e. promuove i valori di difesa e sicurezza della Patria, la fedeltà alle istituzioni democratiche, rafforzando i vincoli di solidarietà tra il mondo militare e la società civile;
f. sensibilizza l’opinione pubblica sulle questioni della difesa e della sicurezza nazionale, sul ruolo e l’importanza dei riservisti, sulla cultura della sostenibilità ambientale e sociale;
g. fornisce il proprio apporto negli interventi di difesa e protezione civile;
h. promuove l’elevazione e la qualificazione culturale e professionale, nonché la formazione continua superiore degli iscritti in Patria e all’estero, attraverso la partecipazione a corsi di studio, di aggiornamento e addestramento e con attività fisica e sportiva;
i. realizza, nell’ambito delle proprie disponibilità, assistenza morale e materiale nei confronti degli iscritti;
j. rappresenta ai competenti organi gli interessi degli iscritti;
k. concorre a richieste di collaborazione in materia di rappresentanza militare degli Ufficiali delle categorie in congedo nel quadro della vigente normativa.

28.10.15




USO DELL’UNIFORME MILITARE DA PARTE DELLE CATEGORIE IN CONGEDO
Aggiorn. al 12.05.2014



In relazione a quanto deliberato nel corso del Consiglio Nazionale del 22-24 aprile 2014, si riporta, di seguito, stralcio della pubblicazione SMD – G 010 “Regolamento per la disciplina delle uniformi” dello Stato Maggiore della Difesa – edizione 2002. I Delegati Regionali, i Presidenti di Sezione e tutti i Soci interessati sono invitati ad attenersi scrupolosamente, prendendo visione del testo integrale della pubblicazione sul sito web del Ministero della Difesa.


Sezione VI

Art. 31
Militari delle categorie in congedo
I militari delle categorie in congedo in temporanea attività di servizio sono da considerarsi, ai fini dell'uniforme e degli obblighi che ne derivano, in servizio attivo.
I militari dette categorie in congedo che, ai sensi dei successivi articoli, sono autorizzati ad indossare l'uniforme, sono tenuti all'osservanza delle relative norme in vigore per il personale in servizio.
Ai militari in congedo non in attività di servizio delle Forze di Polizia è precluso l'uso dell'uniforme.

Art. 32
Partecipazione a manifestazioni di carattere militare
I militari delle categorie in congedo non in attività di servizio possono indossare l'uniforme per partecipare a manifestazioni di carattere militare di particolare rilevanza nazionale ed internazionale, nonché a:
·         visite a Reparti militari in occasione di esercitazioni in territorio nazionale e all'estero;
·         gare sportive e incontri tra delegazioni multinazionali in territorio nazionale e all'estero;
·         a gare sportive di rilievo a carattere militare e incontri tra delegazioni multinazionali in territorio nazionale ed estero;
·         nelle esercitazioni di protezione civile organizzate da Enti/Comandi militari e/o Pubbliche Amministrazioni;
·         in occasione di raduni nazionali o internazionali delle Associazioni d’Arma o Combattentistiche munite di riconoscimento.
L’Associazione deve inviare, con congruo anticipo, direttamente al Comando/Ente Militare responsabile della manifestazione, l’elenco del personale partecipante indicandone il grado.
Nel caso particolare di manifestazioni all’estero, qualora il militare in congedo sia invitato a parteciparvi è l’Autorità invitante abbia espresso il gradimento alla partecipazione in uniforme, lo Stato Maggiore della Difesa interesserà per il ”nulla osta” la Rappresentanza Militare Italiana nel paese estero interessato.

Art. 33
Partecipazione a manifestazioni di carattere religioso
I militari delle categorie in congedo possono indossare l’uniforme nelle cerimonie  a carattere religioso (matrimoni, esequie).


Art. 34
Manifestazioni militari a bordo di unità navali
Per le manifestazioni che si svolgono a bordo di unità navali, vale quanto precedentemente previsto.

 Art. 35
Richieste avanzate dalle Associazioni Combattentistiche e d'Arma
Le Associazioni combattentistiche e d’Arma riconosciute, o le loro Sezioni, possono inviare gli elenchi predetti, comprensivi di grado delle persone interessate.
Allo scopo di consentire un’agevole individuazione del personale in congedo, è istituito apposito distintivo di appartenenza alla propria categoria comprensivo dell’acronimo dell’Associazione. L’uso di tale distintivo costituisce obbligo. (*)
In caso di reiterata inottemperanza, da comunicare direttamente allo Stato Maggiore della Difesa, sarà informato l’Ufficio Gabinetto, e verranno adottati i provvedimenti intesi a non estendere al personale segnalato gli inviti a manifestazioni militari.

 Art. 36
Ufficiali di rango elevato
Gli Ufficiali di rango elevato dovranno concordare la loro presenza in uniforme con il Comando/Ente responsabile della manifestazione, in considerazione al grado rivestito dalla massima Autorità in servizio di cui è prevista la presenza alla cerimonia.

(*) I distintivi sono reperibili presso le Sezioni; quelle che ne fossero sprovviste possono farne richiesta alle Delegazioni e queste, se necessario, alla Presidenza Nazionale.

Nessun commento: